GINKGO BILOBA – Pastiglie

Ginkgo Biloba Estratto Titolato

ESTRATTO TITOLATO AL 24% IN GINKGOFLAVONOIDI E 6% IN LATTONI TERPENICI

€ 13.90

60 pastiglie da 500 mg (20 dosi da 3 pastiglie)

formato/composizione: 30 g – Pastiglie

CERCA SU AMAZON

CERCA SU SHOPPING

*Dr. Giorgini non effettua vendita diretta ai Consumatori ma inoltra a siti e prodotti gestiti da Clienti

Il ginkgo biloba favorisce la memoria e le funzioni cognitive. Inoltre, svolge una benefica azione antiossidante e promuove la normale circolazione del sangue e la funzionalità del microcircolo.
VEGANO_icona SENZA_LATTOSIO_icona SENZA_GLUTINE_icona

Non contiene conservanti, coloranti, edulcoranti o altri additivi alimentari di sintesi.

  • E.S.= Estratto secco.
  • Ginkgo biloba (Ginkgo biloba) foglie E.S. (titolato al 24% in ginkgoflavonoidi e al 6% in lattoni terpenici), maltodestrine da mais o riso, cellulosa microcristallina°, gomma arabica°, silicio biossido°°, magnesio stearato di origine vegetale°°.
    ° Agente di carica. °° Antiagglomerante.

Si consiglia l’assunzione di 1 pastiglia tre volte al giorno in qualunque momento (per un totale di 3 pastiglie al giorno).
Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Il prodotto deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età. Contiene Ginkgo biloba: se si stanno assumendo farmaci anticoagulanti o antiaggreganti piastrinici, consultare il medico prima di assumere il prodotto. Si sconsiglia l’uso del prodotto in gravidanza e durante l’allattamento.
Codice Articolo:SERIGINGBILME60T
Codice EAN: 8056364774950
Farmadati: 971197239

Qualità titolata

qualitaPer offrirti il massimo dell’efficacia abbiamo selezionato solo ingredienti di prima qualità, lavorati con un processo tecnologico unico in grado di garantire estratti titolati con un’elevata concentrazione di sostanze funzionali e nutritive.

Che cos’è il ginkgo biloba?

Il Ginkgo biloba (Ginkgo biloba) è un albero diffuso nelle aree temperate del pianeta, considerato sacro in Giappone. La parte del ginkgo biloba usata in fitoterapia sono le foglie, il cui estratto può favorire la memoria e le funzioni cognitive e svolgere un’azione antiossidante.

  • I vantaggi del Ginkgo biloba
      favorisce la memoria e le funzioni cognitive
      benefica azione antiossidante
      favorisce la normale circolazione del sangue
      promuove la funzionalità del microcircolo
  • Estratto titolato di ginkgo biloba Vis Dr. Giorgini

    L’estratto di GINKGO BILOBA Vis Dr. Giorgini, titolato al 24% in ginkgoflavonoidi e al 6% in lattoni terpenici, in sole 3 pastiglie mette a disposizione, rispettivamente, 108 mg e 27 mg di questi principi attivi.

    Questa titolazione consente di sfruttare al meglio le proprietà della pianta; il ginkgo biloba, infatti, è noto «per i suoi effetti sulle funzioni cognitive (memoria, pensiero, etc.). Può migliorare le prestazioni delle funzioni cognitive negli anziani sani, nei pazienti affetti da demenza senile…». (F. Perugini Billi, Manuale di fitoterapia, Azzano San Paolo 2004).

  • Che cosa sono i ginkgoflavonoidi e i lattoni terpenici?

    Tra i componenti principali del ginkgo biloba, un ruolo importante è svolto dai ginkgoflavonoidi e dai lattoni terpenici. Queste sostanze sono i principi attivi più importanti e caratteristici del ginkgo biloba e i principali responsabili della sua benefica azione fitoterapica; infatti «gli effetti della droga sono attribuibili principalmente a due gruppi di principi attivi: i glicosidi ginkgoflavoni e i lattoni terpenici» (F. Perugini Billi, Ibidem).

  •  

    ginkgo-biloba

Curiosità

L’albero del ginkgo biloba ha origini antichissime, infatti «è considerato come la più vecchia specie vegetale vivente. I fossili di ginkgo risalgono a più di 200 milioni di anni fa, fornendo importanti informazioni su quel periodo. Durante l’era preistorica gli alberi di ginkgo erano comuni nel Nord America e in Europa, ma furono minacciati dall’estinzione durante la glaciazione» (F. Perugini Billi, Ibidem).