AGLIO – Pastiglie

Aglio Estratto Titolato

ESTRATTO TITOLATO AL 2% IN ALLINA

Regolarità della pressione arteriosa

€ 12.90

60 pastiglie da 500 mg (20 dosi da 3 pastiglie)

formato/composizione: 30 g – Pastiglie

CERCA SU AMAZON

CERCA SU SHOPPING

*Dr. Giorgini non effettua vendita diretta ai Consumatori ma inoltra a siti e prodotti gestiti da Clienti

L’aglio favorisce la regolare funzionalità dell’apparato cardiovascolare e mantiene la regolarità della pressione arteriosa. Inoltre, svolge un’azione antiossidante e promuove il metabolismo di trigliceridi e colesterolo.
VEGANO_icona SENZA_LATTOSIO_icona SENZA_GLUTINE_icona

Non contiene conservanti, coloranti, edulcoranti o altri additivi alimentari di sintesi.

  • E.S.= Estratto secco.
  • Aglio (Allium sativum) bulbi E.S. (titolato al 2% in allina), maltodestrine da mais o riso, cellulosa microcristallina°, gomma arabica°, silicio biossido°°, magnesio stearato di origine vegetale°°.
    ° Agente di carica.
    °° Antiagglomerante.

Si consiglia l’assunzione di 1 pastiglia tre volte al giorno durante i pasti (per un totale di 3 pastiglie al giorno).
Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Il prodotto deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età.

Qualità titolata

qualitaPer offrirti il massimo dell’efficacia abbiamo selezionato solo ingredienti di prima qualità, lavorati con un processo tecnologico unico in grado di garantire estratti titolati con un’elevata concentrazione di sostanze funzionali e nutritive.

Le benefiche virtù dell’Aglio

La pianta dell’aglio (Allium sativum) gode da sempre del rispetto del cultori della buona tavola. In realtà il suo estratto è anche diffusamente sfruttato in fitoterapia, per le sua notevoli proprietà benefiche. La parte usata nella produzione di integratori naturali sono i bulbi, il cui estratto oltre che antiossidante, può essere utile per favorire una normale pressione arteriosa.

  • I vantaggi dell’aglio
      aiuta il regolare funzionamento dell’apparato cardiovascolare
      aiuta a mantenere una regolare pressione arteriosa
      azione antiossidante
      promuove il metabolismo di trigliceridi e colesterolo
  • L’estratto di Aglio titolato Vis Dr. Giorgini

    I benefici effetti dell’aglio, oltre che lodati dalla tradizione popolare, sono ormai riconosciuti da diversi studi scientifici. Ma perché usare un integratore di aglio anziché limitarsi a assumerlo a tavola come alimento?

    Innanzitutto occorre ricordare che la cottura dei cibi degrada i principi attivi presenti in una sostanza, e questo vale anche per l’aglio, che andrebbe sempre consumato crudo per giovarsi delle sue virtù fitoterapiche. Un integratore naturale e concentrato, invece, consente di assumere con facilità ogni giorno le giuste dosi di principio attivo.

    Un prodotto concentrato, come l’AGLIO Vis Dr. Giorgini, titolato al 2% in allina, mette infatti a disposizione in sole 3 pastiglie ben 750  mg di estratto secco della pianta e 15 mg di allina.

    Inoltre, l’assunzione di grandi quantità di aglio a tavola può provocare ad alcuni i noti “spiacevoli effetti” sull’alito e sulla digestione, che invece sono notevolmente limitati assumendo un integratore naturale.

  • Allina, il prncipio attivo dell’aglio

    L’estratto di aglio è ricco di diversi componenti chimici, tra cui carboidratri, oligoelementi, vitamine A, B, C ed E. Il componente principale della pianta nonché il suo principio attivo è però l’allina, un composto solforato presente nei bulbi dell’aglio fresco in quantità pari allo 0,25-1,15%. Secondo diversi studi «le preparazioni commerciali concentrate in allina, sono risultate le più utili... I dosaggi delle preparazioni commerciali dovrebbero procurare una dose giornaliera di 8 mg di allina…» (F. Perigini Billi, Manuale di fitoterapia, Edizioni Junior, 2008)

  • aglio-alliina

Curiosità

L’uso “terapeutico” della pianta dell’aglio pare abbia origini antichissime e se  ne trovano tracce a partire dal 2000 a.C: «Anche nell’antico Egitto, l’aglio costituiva un importante rimedio e viene citato nelle 800 ricette contenute nel famoso papiro di Erbes, vecchio di oltre 3500 anni.» (F. Perugini Billi, Manuale di fitoterapia, Edizioni junior 2008).